Emblema o albero
Tipo
Parte e sez. del registro
Intestatario o soggetto
Sezioni speciali
Ricerca libera

Registro Araldico Italiano

 
 

a cura dello Studio Araldico Pasquini

 
 

perito in scienze antiche ed araldiche (CCIAA Chieti)

it en
 

808
  emblemi registrati 

 

Negozio online

(intestatario, soggetto o testo)

Versione in inglese in aggiornamento
Descrizione
 
Gallery
 
Onorificenze
 
Emblemi registrati
 
ä
Correlati
 

REGISTRAZIONE N. 454


DATA DI REGISTRAZIONE


21 gennaio 2016


INTESTATARIO


Comm. Prof. Paolo Zampetti


STEMMA


Scudo: sannitico


Arma: partito: nel 1° d'argento, alla branca destra recisa di leone d'oro, armata di nero, posta in banda, impugnante una croce latina di rosso, inchiodata di 8 pezzi (quattro nella parte superiore dell'asta, quattro nella traversa), accompagnata nel cantone destro del capo da un crescente rivoltato d'azzurro in banda; nel 2° di rosso, al leone d'oro, armato di nero, reggente con le zampe una banda d'argento, caricata da tre soli raggianti del primo; al capo d'oro, caricato da un'aquila di nero. Al capo d'azzurro, caricato da un sole raggiante d'oro


ALIAS


Idem


Elmo: d'acciaio, liscio, posto in terza


Lambrecchini: d'argento e d'azzurro


Corona: un cerchio d'oro, gemmato, cimato da 8 perle (cinque visibili) e sostenuto da altrettante punte (da nobile)


Motto: Sol omnibus Lucet

ALIAS (aggiunto il 12 aprile 2019)


D'argento, alla branca di leone d'oro in banda, reggente una croce latina di rosso, in sbarra, accompagnata nel cantone destro da un crescente rivoltato d'azzurro, posto in sbarra


Elmo: di profilo, d'acciaio, aperto


Corona: di nobiltà generosa del SRI


Motto: AMAT VICTORIA INGENIUM

ALIAS BIS (aggiunto il 20 aprile 2019)


Scudo: sannitico


Arma: inquartato: nel 1° e nel 4° d’azzurro, al destrocherio armato d’argento, impugnante una zampa di cervo d’oro, movente dalla partizione e sormontato da una stella (5) del secondo; nel 2° e nel 3° di rosso, a due zampe di cervo d’oro in palo; al capo d’argento, caricato da un galero da prelato d’onore

Corona: da nobile


Motto: Semper idem

ALIAS TER (aggiunto il 17 ottobre 2019)

Scudo: accartocciato

Arma: spaccato: nel 1° d'azzurro, alla cometa in palo, sormontata da una mezzaluna figurata a destra e da una stella (5) a sinistra; al sole nel suo splendore in capo, il tutto d'oro. Nel 2° di verde, al monte all'italiana di 6 cime (1, 2, 3) d'argento, movente dalla punta, sormontata da un libro aperto d'argento con la legenda AMAT VICTORIA CURAM, FORTES FORTUNA ADJUVAT di nero a destra e da un leone al naturale con una croce latina di rosso, caricata da 8 fori d'oro, nella parte superiore; in capo un'aquila di nero, imbeccata, membrata ed armata d'oro e linguata di rosso

Motto: Sic scientia itur ad astra

Elmo e corona: da marchese

Lambrecchini: d'argento, di verde e d'azzurro

Cercine: d'oro e di verde

ALIAS QUATER (aggiunto il 10 ottobre 2020)

Scudo: sannitico

Arma: partito: nel 1° di rosso, al monte di 6 cime all'italiana d'argento, sormontato da un leone al naturale con una croce latina di verde, caricata da 8 fori d'oro, nella parte superiore nel fianco sinistro e da una mazzaluna figurata d'oro nel cantone destro; nel 2° partito: a) d'oro, all'aquila coronata dal volo spiegato di nero; b) d'oro, all'ala d'uccello, trafitta da una freccia, il tutto di nero. Al capo d'azzurro, caricato da un libro aperto d'argento, caricato dalla legenda Sic scientia itur ad astra sulla prima pagina e da Fortes fortuna adjuvat sulla seconda pagina; il libro è sormontato da un sole nel suop splendore in capo, da una cometa nel cantone destro e da una stella (6) nel cantone sinistro, il tutto d'oro

Motto: Amat victoria curam

Elmo e corona: da patrizio

Cercine e lambrecchini: d'azzurro, di rosso e d'oro

Hanno diritto agli emblemi solo i discendenti legittimi in linea diretta dell'intestatario


DOCUMENTI DEPOSITATI


Emblemi, autocertificazione, carta d'indentità, copia dei conferimenti (Commendatore dell’Ordine di San Michele dell’Ala, Commendatore dell’Ordine del Leone del Ruanda, Cavaliere di Giustizia del Militare Ordine di Sant’Agata dei Paterno', Cavaliere con Croce di Giustizia del Capitolo Nobile di Fernando VI)