Titoli nobiliari ed ordini cavallereschi

 
 
Emblema o albero
Tipo
Parte e sez. del registro
Intestatario o soggetto
Sezioni speciali
Ricerca libera

La posizione del Registro Araldico Italiano circa i titoli nobiliari, gli ordini cavallereschi e le onorificenze è la seguente:



TITOLI NOBILIARI 

Saranno aggiunti all'intestazione dei cittadini stranieri i titoli nobiliari riconosciuti nei loro paesi di appartenenza.

Per gl'italiani nell'intestazione, dopo nome e cognome, saranno aggiunti anche i seguenti titoli nobiliari:

i) quelli concessi o riconosciuti dal Regno d'Italia;

ii) quelli concessi o riconosciuti negli ultimi 150 anni da uno stato con giurisdizione nobiliare;

iii) quelli concessi e riconosciuti dalle ex case sovrane regnanti nel 1860 e mai registrati in elenchi ufficiali (Savoia, Borbone, Asburgo-Lorena, Asburgo, Borbone-Parma, Austria-Este o Vaticano);

iv) quelli riportati sull'Annuario della Nobiltà Italiana.

I titoli concessi da ex case sovrane pretendenti e da micronazioni sono considerati conferimenti privati e quindi non saranno menzionati



ORDINI CAVALLERESCHI

Nelle registrazioni saranno anteposti al nome e cognome solo i titoli cavallereschi degli ordini cavallereschi riconosciuti da uno stato sovrano o la cui concessione è autorizzata da uno stato sovrano, quelli elencati dall'ICOC e quelli dinastici delle casate presenti al Congresso di Vienna (1814/1815).

LORDS OF THE MANOR E BARONI FEUDALI SCOZZESI

Gl'italiani che hanno questi titoli li potranno aggiungere all'intestazione








Registro Araldico Italiano

 
 

a cura dello Studio Araldico Pasquini

 
 

perito in scienze antiche ed araldiche (CCIAA Chieti)

it en
 

842
  emblemi registrati 

 

Negozio online

(intestatario, soggetto o testo)

Versione in inglese in aggiornamento