Emblema o albero
Tipo
Parte e sez. del registro
Intestatario o soggetto
Tag
Seleziona
Con brisure
Con esegesi
Con statuto araldico
Arma di dignità
Arme di parentela
Arma parlante
Arma allusiva
Arma matrimoniale
Arma sovrana
Arma irregolare
Con concessione
Famiglia estinta
Famiglia guelfa
Famiglia ghibellina
Famiglia feudataria
Intestatario o soggetto

a cura dello Studio Araldico Pasquini

RICERCA EMBLEMI O REGISTRAZIONI

Registro Araldico Italiano

 
 
 
 
 
 

Penne e piume nell'araldica

Le penne o piume, possono essere inserite sia dentro gli scudi, che come ornamenti esteriori dell'elmo che timbra lo scudo.


Le penne possono essere di pavone (quelle più antiche) o di struzzo (le più moderne) e compaiono al posto del cimiero verso la fine del XV secolo.


Normalmente sono in numero dispari, variabile da 1 a 7, fuoriescono in fascio dalla cima dell'elmo, sono disposte a ventaglio e le loro cime ricadono sul davanti.


Nell'araldica italiana esse sono di norma 5 per le famiglie di antica cittadinanza comunale e 3 per le famiglie borghesi.


Le penne possono essere utilizzate sia per le armi delle famiglie nobili sia per quelle di cittadinanza o borghesi al posto dei lambrecchini e, assumendone una funzione analoga, anch'esse hanno il colore degli smalti dello scudo.


SITO IN FASE DI ULTIMAZIONE