Versione con trofei militari, sostegni e piume

 

Versione con cimiero, supporti e contrassegno

Emblema o albero
Tipo
Parte e sez. del registro
Intestatario o soggetto
Tag
Seleziona
Con brisure
Con esegesi
Con statuto araldico
Arma di dignità
Arme di parentela
Arma parlante
Arma allusiva
Arma matrimoniale
Arma sovrana
Arma irregolare
Con concessione
Famiglia estinta
Famiglia guelfa
Famiglia ghibellina
Famiglia feudataria
Intestatario o soggetto

a cura dello Studio Araldico Pasquini

RICERCA EMBLEMI O REGISTRAZIONI

Registro Araldico Italiano

 
 
 

Parti dello stemma

 
 
 

Corona: è riservata alle famiglie nobili (dai nobili semplici, cavalieri o patrizi ai principi) e agli enti civici.
Elmo: è riservato alle famiglie nobili (dai nobili semplici, cavalieri o patrizi ai principi), ma può anche essere usato sugli stemmi di distinta civiltà e dai borghesi.

Cimiero: originario dei tornei cavallereschi si usa come seconda insegna.

Cercine: serve a sorreggere la corona o il cimiero.

Piume o penne: di pavone o di struzzo, poste sopra l'elmo, di norma 5 per le famiglie di antica cittadinanza comunale e 3 per le famiglie borghesi.

Lambrecchini (o fogliame): circonda lo scudo con i colori dello stesso.

Tenenti: figure umane che reggono lo scudo.

Sostegni: alberi, fusti, colonne o altre figure inanimate che sostengono lo stemma ai lati o alla base.

Supporti: animali o altre figure chimeriche sostenenti lo scudo.

Motto: sentenza, impresa o grido di una famiglia, ecclesiastico, ente o altro tipo di armigero.

Decorazione cavalleresca: decorazione di un ordine cavalleresco o altra onorificenza ricevuta dall'armigero.

Distinzioni di dignità e contrassegni d'onore: simboli che contrassegnano una dignità, un onore o una carica pubblica dell'armigero (gran ciambellano, connestabile, giudice, etc), come rosarii, collane, croci, pastorali, ancore, gonfaloni, orifiamme, bastoni, chiavi, bandiere, scettri etc.,

Stemmuli: intorno agli scudi di certe arme trovansi qualche volta altri piccoli scudetti, che diconsi stemmuli, e rap-

presentano ordinariamente altrettante signorie. L'Imperatore Carlo VI portava gli stemmuli d'Ungheria, di Boemia, di Dalmazia, di Croazia, di Schiavonia, d' Austria, di Borgogna antica, di Stiria, di Carnia e del Tirolo; e come re di Boemia gli stemmuli di Boemia, di Silesia, di Moravia e di Lusazia.

Trofei (militari e non): trombe, tamburi, bandiere o altre figure che circondano lo scudo e che rappresentano imprese, vittorie o conquiste.

Decorazioni: fregi-sostegni, liste, tavolati, cornici, archi, volte, basi, colline, giardini, prati, terrazze, zoccoli, etc.

Ornamenti: fiocchi, nappe, cordelliera, laccio d’amore, ghirlande di rose, rami d’olivo, altri motivi floreali.

SITO IN FASE DI ULTIMAZIONE