Emblema o albero
Tipo
Parte e sez. del registro
Intestatario o soggetto
Tag
Seleziona
Con brisure
Con esegesi
Con statuto araldico
Arma di dignità
Arme di parentela
Arma parlante
Arma allusiva
Arma matrimoniale
Arma sovrana
Arma irregolare
Con concessione
Famiglia estinta
Araldica domestica
Famiglia guelfa
Famiglia ghibellina
Famiglia feudataria
Lord of the manor
Arme d'inchiesta
Con allegato
Arma brisata
Ricerca libera
 

N. Reg.ni. 572

Registro Araldico Italiano

 
 

a cura dello Studio Araldico Pasquini

 
 

perito in scienze antiche ed araldiche (CCIAA Chieti)

 

(intestatario, soggetto o testo)

Pubblicata la I edizione del Registro Araldico Italiano

Ferrari Angelo Comneno Alessio bis

Colori, smalti e pellicce: Azzurro, Oro, Nero, Argento, Rosso      
Elementi simbolici: Partizioni, Figure celesti, Figure araldiche, Figure religiose, Uccelli      
Ornamenti esterni allo scudo: Corona, Mantello, Sostegni/Supporti/Tenenti, Cimiero, Motto      
Concetti e riferimenti: Retaggio, Fede religiosa, Evento o fatto storico, Dignità o carica      
Stile dell'emblema: A colori      
Tag: Arma parlante - Arma sovrana - Arma irregolare - Arme di parentela      
Descrizione
 
m
Lodo arbitrale
 
=
File
 
ä
Correlati
 

REGISTRAZIONE N. 561 bis


DATA DI REGISTRAZIONE


18 agosto 2019


INTESTATARIO


S.A.I e R. Principe Alessio Ferrari Angelo Comneno (di Tessaglia ed Epiro)


ALIAS


Altissimo Patrono Ereditario della Unione Nobilta' Armena (sotto l'Alta Protezione Spirituale di Sua Santita' Patriarca di Armenia Catholicos Karekis II), Gran Collare dell'Ordine di Sant'Andrea di Dimitry Romanov, Gran Ufficiale Ereditario dell' Ordine Patriarcale della Croce di Gerusalemme (del Patriarcato Greco Cattolico Melchita)


STEMMA


Arma: interzato in palo: nel 1° d’azzurro, alla fascia accompagnata da due stelle di otto raggi, una in capo e una in punta, il tutto d’oro (ANGELO); nel 2° d’oro, a tre campane di nero, poste 2 e 1; sul tutto uno scudetto d’oro, a tre fasce di nero (COMNENO); nel 3° d’azzurro, alla croce greca d’argento (DUKAS)
Supporto: un’aquila bicipite spiegata d’oro, linguata di rosso e armata del primo, le due teste coronate con la corona imperiale bizantina; tenente con l’artiglio destro una spada d’argento, manicata d’oro, ed in quello sinistro il globo imperiale


Cimiero: un angelo al naturale, con le ali chiuse d’oro, vestito d’argento, coronato con la corona imperiale bizantina con infule, tenente con la destra alzata una palma di verde e con la sinistra il globo imperiale sormontato da una crocetta greca d’oro


Corona: imperiale bizantina, con infule d’argento caricate da una crocetta greca d’oro


Mantello: di rosso, foderato d’ermellino, con frangiato e cordonato d’oro


Motto: Deus meus et omnia


DOCUMENTI PRESENTATI


Diploma di nomina a Cavaliere Gran Croce OESSG, Diploma di nomina a Commendatore dell’Ordine di
San Gregorio Magno, Stemma, Lodo arbitrale del 22 marzo 1988 omologato dal Trib. di Firenze, acclarante i titoli, gli appellativi e le prerogative della Casata, Decreto della Santa Sede per la
concessione in perpetuo dell’oratorio e della cappella gentilizia, Diploma per il Giubileo della Misericordia (2015-2016)