Emblema o albero
Tipo
Parte e sez. del registro
Intestatario o soggetto
Tag
Seleziona
Con brisure
Con esegesi
Con statuto araldico
Arma di dignità
Arme di parentela
Arma parlante
Arma allusiva
Arma matrimoniale
Arma sovrana
Arma irregolare
Con concessione
Famiglia estinta
Araldica domestica
Famiglia guelfa
Famiglia ghibellina
Famiglia feudataria
Lord of the manor
Arme d'inchiesta
Con allegato
Arma brisata
Ricerca libera

N. Reg.ni. 563

Registro Araldico Italiano

FAQ

 

In questa pagina sono elencate e discusse le FAQ, ovvero le domande più riccorenti al RAI e tutto quel che riguarda la registrazione, l'uso e la tutela degli emblemi.


Se avete domande, dubbi o curiosità riempite il modulo sottostante e, se pertinenti, saranno aggiunte in questa pagina insieme alla relativa risposta.

Nome*
Cognome*
Tel*
Email*
Domanda, curiosità o altro*
Ho letto ed accettato la privacy
 
 

a cura dello Studio Araldico Pasquini

 
 

perito in scienze antiche ed araldiche (CCIAA Chieti)

 
 

(intestatario, soggetto o testo)

Pubblicata la I edizione del Registro Araldico Italiano
Registrazioni
 
Caratteristiche degli emblemi da registrare
 
Titoli ed appellativi
 

Chi può avere uno stemma? E' vero che solo i nobili hanno diritto ad uno stemma?

No, a parte che oggi in Italia non ci sono leggi che regolano la materia araldica, anche in epoca monarchica tutti avevano diritto ad uno stemma.

Tutti possono registrare lo stemma?

Si, sia famiglie, che enti, che professionisti o società, possono registrare lo stemma; sia ecclesiastici, che civili, che militari. 

Cosa occorre per registrare il proprio stemma?

L'emblema in oggetto, compilare l'autocertificazione e provare la propria identità in uno dei modi previsiti dal regolamento.

Quanti stemmi posso adottare e registrare?

Non ci sono limiti. Dopo il primo stemma gli altri emblemi sono chiamati alias.

Quali emblemi si possono registrare?

Insegne, imprese, ex libirs, sigilli, monogrammi, vessilli, livree e tartans.

Chi registra lo stemma e dove viene registrato?

Lo stemma viene registrato dallo Studio Araldico Pasquini su un archivio cartaceo e digitale, che ha dato vita all'opera cartacea Registro Araldico Italiano.

Come si prova la propria identità durante la procedura della richiesta di registrazione di emblemi o alberi genealogici?

Con un pagamento elettronico, con la firma autenticata sull'autocertificazione, con la firma digitale sull'autocertificazione, inviando l'autocertificazione tramite posta elettronica certificata o tramite posta raccomandata con ricevuta di ritorno (in questo caso bisogna allegare un documento di identità).

Quanto costa registrare un emblema sul RAI?

Euro 100 per ogni albero genealogico o 2 emblemi da registrare insieme a massimo tre documenti da pubblicare come allegati; Euro 25 per ulteriore emblema da registrare ed altri tre allegati.

Si può utilizzare lo stemma materno?

Si, si può utilizzare sia lo stemma paterno che materno o partirli o inquartarli fra loro.

Questa abitudine segue anche la recente sentenza della Corte Costituzionale dell'8 novembre 2016, pubblicata il 21 dicembre 2016, n. 286, in caso di accordo tra i genitori al momento della nascita i genitori hanno diritto a registrare il neonato con il doppio cognome, con il cognome materno che segue quello paterno.