Emblema o albero
Tipo
Parte e sez. del registro
Intestatario o soggetto
Tag
Seleziona
Con brisure
Con esegesi
Con statuto araldico
Arma di dignità
Arme di parentela
Arma parlante
Arma allusiva
Arma matrimoniale
Arma sovrana
Arma irregolare
Con concessione
Famiglia estinta
Araldica domestica
Famiglia guelfa
Famiglia ghibellina
Famiglia feudataria
Lord of the manor
Arme d'inchiesta
Con allegato
Arma brisata
Ricerca libera

N. Reg.ni. 572

Registro Araldico Italiano

 
 

a cura dello Studio Araldico Pasquini

 
 

perito in scienze antiche ed araldiche (CCIAA Chieti)

it en
 

(intestatario, soggetto o testo)

Pubblicata la I edizione del Registro Araldico Italiano

Bonaccorsi Ravelli Radames - alias quinquies

emblema

Colori, smalti e pellicce: Argento, Nero, Verde, Azzurro, Al naturale, Rosso, Oro, Tanné      
Elementi simbolici: Partizioni, Figure chimeriche, Costruzioni ed edifici, Natura, Uccelli, Pezze, Flora, Animali, Figure araldiche      
Ornamenti esterni allo scudo: Corona, Decorazione cavalleresca, Padiglione, Motto, Mantello, Sostegni/Supporti/Tenenti      
Concetti e riferimenti: Conferimenti e riconoscimenti, Retaggio      
Stile dell'emblema: A colori      
Descrizione
 
ä
Correlati
 

ALIAS QUINQUIES (aggiunto il 16 giugno 2019)

 
Scudo: sannitico
 
Arma: spaccato di 1e partito di 3: nel 1° d’argento, al cerbero di nero; nel 2° di verde, al castello con tre torri al naturale, aperto e finestrato del campo, posto su due rocce al naturale; nel 3° d’argento, all’aquila di nero; nel 4° d’azzurro all’isola al naturale in mezzo ad un mare dello stesso; nel 5° d'oro, alla fascia ondata d'azzurro, accompagnata da tre rose di rosso, bottonate d'argento e fogliate di verde, 1 in capo, due in punta; nel 6° di rosso, al corvo di nero; nel 7° di sanguigno, alla montagna di tre cime di verde; nel 4° d’oro, al leone di nero; nell’8° d’oro, al leone di nero. Sul tutto uno scudetto di nero, caricato da due pastorali al naturale in decusse. Sul tutto del tutto d’oro alla croce d’azzurro, accantonata da un dragone cinese in banda, da una corona bizantina, dal piumaggio della corona Pahlavi di Persia e da una palma.
 
Corona: da principe del SRI
 
Decorazioni cavalleresche: la croce dei Templari e del Santo Stefano Papa e Martire appesi allo scudo ed il collare dell'Ordine di San Michele intorno ad esso
 
Tenenti: un arcangelo Michele a destra ed uno a sinistra reggenti lo scudo
 
Mantello: di rosso cremisi, orlato e e frangiato d'oro, foderato d'ermellino, raccolto da una corona da principe elettore
 
Motto: Lux veritas domines
 
Hanno diritto allo stemma i discendenti legittimi e naturali dell’intestatario, il fratello ed il compagno/a.